Castelli francesi… a Capodanno!

I castelli della Loira? Leggendari, indimenticabili, e…. sovraffollati! Chiunque li abbia visitati vi potrà raccontare dello splendore delle regge francesi, e contemporanemente della folla e delle lunghe code da affrontare per entrare (o anche solo parcheggiare) in queste zone.

I castelli della Loira sono circa 300 tra manieri, regge, fortezze e dimore (non c’è che l’imbarazzo della scelta su cosa vedere e quali scegliere!) e sono conosciuti per la splendida valle che li ospita, contesto che raggiunge il suo apice nel periodo primaverile. Questo è sicuramente il momento più bello per visitarli, perchè il clima è gradevole e i giardini al loro massimo splendore… ma anche il più impegnativo, sia a livello di costi che di folla.

13241310_10209530977340867_9221906971953090820_n.jpg

Se siete quindi come noi amanti della storia e dell’architettura ma volete godervi con calma le imperdibili dimore francesi, vi consiglio di organizzare il vostro tour in inverno: i castelli sono tutte aperti e visitabili, ma i parcheggi sono semideserti, le visite quasi in solitaria, e se andrete come noi nel periodo delle feste, anche addobbati in modo magnifico. Solo i giardini magari non daranno il meglio di sè, ma per noi il compromesso è stato più che accettabile!

13198518_10209530956860355_3284237130937418328_o

Noi abbiamo fatto una selezione tra i castelli della zona e con una settimana a disposizione abbiamo scelto quelli di Chaumont, Cheverny, Aboise, Villandry, e ovviamente gli imperdibili Chambord e Chenonceau, organizzando la visita facendo base nella vivace cittadina di Tours. Ecco le tappe del nostro tour!

Giorno 1: Tappa a Digione

E’ sufficiente mezza giornata per scoprire la città in cui nasce la famosa senape, di cui noi siamo appassionatissimi e abbiamo fatto mega-scorte! Partendo la mattina presto con la nostra auto percorriamo i 600 km che ci separano da Digione, scarichiamo i bagagli nell’Aparthotel Adagio Access e raggiungiamo il centro a piedi (circa 10 minuti). Visitiamo Notre Dame, la cattedrale di Saint-Michel, la Place du Théâtre, il mercato coperto progettato dalla società Eiffel, e siamo pronti per pranzare presso una tipica boulangerie!

Poi continuiamo poi il nostro giro seguendo i percorsi turistici segnati a terra con il simbolo della città (la civetta), e tra case alsaziane tipiche, negozi e bancarelle, raggiungiamo Place Darcy con lo splendido Jardin Darcy, infine la casa storica della famiglia Maille, produttrice della senape.

13071982_10209420131249784_9019957055221648519_o.jpg

Giorno 2: Castello di Chambord

E’ il primo castello che visitiamo, nel pomeriggio dopo aver percorso i chilometri (circa 360) che ci separano da Tours. Imponente e maestoso: sono le prime impressioni che ci affiorano alla mente quando vediamo da lontano il castello di Chambord, detto “castello degli eccessi”. Circondato dal più grande parco cintato d’Europa, il castello è grandioso anche all’interno (ingresso 11€). Ceniamo presso Le Bouchon Tourangeau con un menu turistico a prezzo fisso e alloggiamo nell’Adagio Access Aparthotel di Tour.
13173543_10209420265213133_567654136949202116_o

 Giorno 3: Castelli di Amboise e Chaumont Sur Loire

La mattina raggiungiamo in circa 30 minuti d’auto Amboise, storica cittadina e scopriamo il castello (ingresso € 11,20): arroccato su un promontorio nel cuore del centro abitato, questo capolavoro di torri e mura domina la Loira con tutta la sua maestosità!

13217590_10209442114639355_4817866160214409309_o

La prima tappa è dedicata alla  cappellina di Saint Hubert che raccoglie le spoglie di Leonardo da Vinci, poi ci dedichiamo agli interni, ammobiliati sia con arredi rinascimentali che del settecento.

13227794_10209442112639305_2215464387985210245_o

Facciamo una passeggiata nella cittadina di Amboise, poi ripartiamo in direzione Chaumont-sur-Loire (17 km, circa 20 minuti): il castello, ricchissimo di torri, ci trasporta istantaneamente in una fiaba! Dedichiamo più di un’ora all’interno, che però è solo in parte arredato; poi proseguiamo con le celebri scuderie, considerate le più lussuose in Europa, e ci dedichiamo ai giardini, grandi e curatissimi; poi torniamo a Tours e parcheggiamo in centro per un giro, finchè non torniamo in hotel e prepariamo per la serata di capodanno che passeremo ancora da Le Bouchon Tourangeau (menu di Capodanno: 39€).

13248463_10209492957270389_6551480712286935285_o

Giorno 4: Castelli di Cheverny e Chenonceau, Tours

La destinazione di oggi è Cheverny (80 km, circa 50 minuti), dove visitiamo la reggia in parte ancora abitata dagli interni lussuosi e ben arredati, ma esterni non notevoli; questo forse è il castello che apprezziamo di meno (ingresso €9,50).

13227608_10209514290923717_7350612434085586440_o

Qui facciamo una breve pausa per pranzo poi ripartiamo per visitare, finalmente, il celebre Chenonceaux (40 km, circa 40 minuti), castello spettacolare costruito a cavallo del fiume Cher, il più visitato dopo Versailles.

13305243_10209530988821154_6809096331499611061_o

A partire dai giardini, un vero capolavoro nonostante la stagione, la spettacolare costruzione sul fiume ripaga decisamente del prezzo pagato (€ 12,50). Anche gli interni meritano la fama che ci ha raggiunti.

13235316_10209514291043720_1197589518636319687_o

Ritornati e Tours, ci dedichiamo ad una breve visita del centro e della attrazioni principali, come la Basilica dedicata a St. Martin e le belle piazze decorate per le feste, poi ceniamo in appartamento.

13340280_10209582487588591_312222125522355992_o

Giorno 5:  Castello di Villandry

Dedichiamo l’ultima giornata a Villandry (ingresso € 10): questa residenza, che dista 18 km da Tours, è tuttora considerata la più lussuosa della Loira grazie ai bellissimi giardini, che ricordano quelli di Alice nel Paese delle Meraviglie!

13329492_10209582502468963_1553538270269150995_o

Visitiamo anche gli interni, gradevoli ma non imperdibili. Torniamo quindi a Tours e pranziamo, poi ci dedichiamo alla città e ad un po’ di tempo libero per lo shopping!

13301392_10209582488468613_7700524309926809604_o

Giorno 6: Tappa a Beaune

Fatti i bagagli, partiamo da Tours e arriviamo a Beaune verso le 14.00 (circa 400 km), dopo aver fatto uno spuntino on the road.

13329472_10209582581790946_559519634729904635_o

Lasciamo i bagagli al nostro hotel, poi ci dedichiamo all’attrazione della città, il Musee de Hotel-Dieu, un ospedale realizzato nel 1400 come opera di beneficenza dal Duca di Borgogna, ma restato in attività fino al 1984 e tuttora perfettamente conservato: una visita coinvolgente e molto significativa

13346161_10209582581950950_1574717704625317132_o

Poi visitiamo per un paio d’ore per ilcaratteristico centro storico della cittadina, chiusa tra mura. Ceniamo da Dame Tartine con un menu a prezzo fisso (17€ a testa), poi, a nanna presso Ibis Beaune Centre.

Giorno 7: Ritorno in Italia

Quest’ultima giornata è dedicata al ritorno a casa: riperrendo il Tunnel del S. Gottardo arriviamo a casa nel pomeriggio, con gli occhi ancora pieni dello spettacolo dei castelli della Loira. La Francia ci ha lasciato splendidi ricordi e tante golosità francesi come souvenir: siamo convinti che non si possa iniziare l’anno in modo migliore, e siamo già pronti per tornare in Francia… magari questa volta nelle zone della Loira atlantica!

13248329_10209530955980333_6091004784579255100_o

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...