Le Alpi in moto… ad un passo dal cielo!

Credo che ormai io vi abbia raccontato fin troppe volte quanto io e Andrea amiamo i viaggi on the road. Che le ruote siano 4 come in auto o camper, o solo 2 come quelle della bicicletta, la grande passione per “la strada” ci porta a macinare spesso tanti km, sia in giro per il mondo, che per la nostra amata Italia, di cui voglio parlarvi oggi.

IMG_20170715_114536.jpg

Protagonista di questo articolo è una bellissima rossa d’epoca che ama le curve e i panorami alpini, una fedele compagna di viaggio che ci ha portato per valli verde acceso, ha costeggiato laghi di un azzurro inimmaginabile e attraversato paesi con chiesette dai campanili ora a punta, ora a cipolla, ora merlati come torri medievali.

IMG-20170715-WA0009.jpeg

In questi emozionanti itinerari che voglio proporvi, tutti che si aggirano attorno ai 400 km, si percorrono le alpi dalla Lombardia partendo dal comasco fino al Trentino Alto Adige (la nostra destinazione è l’incantevole San Candido, set del telefilm “Ad un passo dal cielo“); ma ma se la vostra sete di curve non è sazia potete decidere di proseguire il tour sconfinando in Austria, o proseguire magari nelle vicine Slovenia e Croazia, destinazioni perfette per una vacanza in moto! Ecco le nostre tre proposte: start e via, curva dopo curva ci lasciamo tutto alle spalle e ci godiamo la nostra due ruote e… questi panorami da brivido!

ITINERARIO 1: IL PASSO DELLO STELVIO

Il più classico itinerario alpino passa dallo Stelvio, valico più alto d’Europa (2758 m s.l.m) che con i suoi 48 tornanti rappresenta un must per chiunque cavalchi una due ruote, che sia a motore… o a pedali!!!

Schermata 2017-07-20 a 11.52.04

Partiamo dal comasco e, percorrendo la sponda occidentale del lago di Como, tocchiamo Bormio in Valtellina, per raggiungere il leggendario Passo Stelvio (attenzione ai periodi d’apertura: è aperto solo da fine maggio a ottobre): dal versante lombardo si sale per circa 22 km in un panorama maestoso di rara bellezza, e qui… sono nient’altro che curve!

11696208_10207176166352064_5611709442473273363_o

Poi scendiamo in Val Venosta in Provincia di Bolzano e passando dapprima da Merano, poi da Bolzano e Bressanone, si raggiunge San Candido e il vicino confine con l’Austria.

IMG_20170716_173829.jpg

ITINERARIO 2: I PASSI TONALE E MENDOLA

Schermata 2017-07-17 a 14.59.37.png

La seconda soluzione costeggia inizialmente il Lago di Como sul lato del ramo lecchese, per cominciare a spostarsi verso est all’altezza di Domaso.

IMG-20170715-WA0005

Si sale poi in Valtellina verso Morbegno, Sondrio e Passo Aprica, per raggiungere con una danza di curve il Passo del Tonale (1.883 m s.l.m.), che, mettendo in comunicazione la Val di Sole con la Valle Camonica, separa la regione Lombardia dal Trentino Alto Adige e ci porta nelle scenografiche Dolomiti del Brenta.

CIMG0471.JPG

Prima di Bolzano ci divertiamo sui tornanti del Passo della Mendola (1.363 m s.l.m.), che ci apre le porte alla Val di Non, poi cominciamo a percorrere le valli del Sud Tirolo, una vera meraviglia della natura, fino a raggiungere dopo quasi 7 ore di viaggio la nostra destinazione, l’idilliaca San Candido.

ITINERARIO 3: I LAGHI D’IDRO E DI MOLVENO

Schermata 2017-07-17 a 15.29.09

Questo percorso prevede un breve tratto autostradale tra Bergamo e Brescia, che rende le tempistiche di percorrenza un po’ più brevi, tagliando mezz’ora di marcia rispetto alle altre due soluzioni.

IMG_20170715_122951.jpg

L’itinerario previlegia, dopo aver percorso le pianure tra Como e Bergamo e la A4 fino all’uscita Brescia Est, le viste sui pittoreschi laghi dolomitici d’Idro e Molveno, tappe obbligate se si passa da queste parti, che si raggiungono dopo aver cominciato a salire verso nord in direzione Vestone (attenzione agli autovelox in queste zone, ogni paese è provvisto di almeno due scatolette arancioni!).

IMG_20170716_181227.jpg

Si prosegue per San Lorenzo Di Sebato e Andalo e dopo aver oltrepassato il Fai della Paganella si tocca Bolzano costaggiando la Val di Non, una delle zone più belle del Trentino, quindi Bressanone, e percorrendo la Val Pusteria si arriva a destinazione.

IMG_20170716_140547

Vigneti, strade in alta quota, altipiani con panorami da mozzare il fiato: queste possono essere belle avventure per i motociclisti, ma non solo! Attraverso borghi medievali, terrazzamenti coltivati a viti e laghi verde-azzurro intenso, il panorama è un crescendo di spettacolarità che offre molti spunti fotografici anche per chi vuole percorrerli senza fretta in auto, evitando le autostrade per un viaggio davvero emozionante. Non ci resta che augurarvi… buon divertimento!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...